L’impatto della Brexit sull’attività degli studi legali: le risposte dell’avv. Luca Daffra a Italia Oggi

pubblicato in: Uncategorized | 0

Italia Oggi 7 di questa settimana nella rubrica “Studi & Carriere” ha sottolineato il ruolo che gli studi legali esercitano in questo particolare periodo post-Brexit. Brexit, una separazione nel segno dell’incertezza: il titolo del servizio esprime in sintesi la percezione degli operatori che devono fronteggiare la nuova situazione. Il modo di gestire affari, operazioni e relazioni non può ritornare identico a quello dei tempi precedenti al 1992 e vanno ridefinite prassi e procedure.

Per gli aspetti giuslavoristici è stato intervistato l’avv. Luca Daffra, Senior Partner del nostro Studio. “Dal punto di vista giuslavoristico non ho visto significativi riflessi, posto che la mobilità del personale, anche all’interno dei gruppi multinazionali che seguo, è drasticamente ridotta: quindi anche quella da e per il Regno Unito – ha osservato, sottolineando come l’evento imprevisto della pandemia abbia avuto il suo impatto. – Il lavoro da remoto ha dimostrato come non sempre sia essenziale la dislocazione fisica delle persone. Questo, unito agli incentivi per il «rientro dei cervelli», rafforzati nella Legge di Bilancio 2021, sta portando ad avere un ingente flusso di lavoratori qualificati che rientrano in Italia, pur svolgendo la propria attività in favore di società con sedi all’estero” .