Meno divieti e più politiche attive, intervista dell’avv. Franco Tofacchi per l’Economia del Corriere

pubblicato in: Uncategorized | 0

Il Senior Partner Franco Tofacchi fra i giuslavoristi interpellati sulla “fase 3” del piano di uscita dall’emergenza Coronavirus. Riguardo al divieto dei licenziamenti collettivi previsto per la durata abnorme di cinque mesi, l’avvocato segnala che potrebbe danneggiare sia imprese che lavoratori.

Una soluzione più realistica sarebbe quella di consentire i licenziamenti, garantire ai lavoratori la tutela della Naspi e incentivare la formazione. Le politiche attive sono la migliore strategia per il reinserimento dei lavoratori sul mercato e per consentire all’economia di tenere il passo con il cambiamento anziché restarne travolta.

L’intera pagina è scaricabile qui.